ASSOCIAZIONE NEMBRESI NEL MONDO.

UNA IMPECCABILE ORGANIZZAZIONE HA PERMESSO L’OTTIMA RIUSCITA DELLA 22ESIMA “FESTA DELL’EMIGRANTE” PER RICORDARE IL SACRIFICIO DEGLI ITALIANI CHE PER SFUGGIRE ALLA POVERTA’ EMIGRAVANO IN TUTTA EUROPA. PER NON DIMENTICARE LA TRAGEDIA DI MARCINELLE DELL’8 AGOSTO 1956. GRAZIE ALL’IMPEGNO DELLA PRESIDENTESSA MARIUCCIA ABONDIO CONDIVISO DAL CONSORTE LINO ROTA, PER 24 ANNI MINATORE IN BELGIO, ED IN PARTICOLARE DAL VICE PRESIDENTE GIANNI COMOTTI, ASSESSORE DEL COMUNE DI NEMBRO; QUESTA  MANIFESTAZIONE STA SEMPRE PIU’ DIVENTANDO UNA “CLASSICA” NEGLI APPUNTAMENTI DELL’EMIGRAZIONE OROBICA. TANTE LE PRESENZE A COMINCIARE DALL’ENTE BERGAMASCHI NEL MONDO CON IL PRESIDENTE CARLO PERSONENI, IL SINDACO DI NEMBRO CLAUDIO CANCELLI, LA VICE MARIA LUISA GUERINONI, IL SINDACO DI PRADALUNGA NATALINA VALOTI,  QUELLO DI GORNO GIANPIERO CALEGARI E IL VICE SINDACO DI ALBINO DANIELE ESPOSITO. LA SANTA MESSA E’ STATA CELEBRATA DA MONS.ACHILLE BELOTTI, UN AMICO DEI CONTERRANEI RESIDENTI ALL’ESTERO, IL QUALE HA INOLTRE IMPARTITO LA BENEDIZIONE PER LA RIAPERTURA UFFICIALE DEL MUSEO DELLA MINIERA, DOPO I LAVORI DI AMPLIAMENTO DELL’AREA ILLUSTRATI IN MANIERA DETTAGLIATA E QUALIFICATA DALL’ASSESSORE AL TERRITORIO GIANNI COMOTTI.